In qualità di realtà attiva nel settore dell’intermediazione, General Cessioni focalizza le proprie recensioni e opinioni sul Bonus Alberghi 2017.

A seguito della nuova Legge di Bilancio e grazie al Bonus alberghi 2017, le strutture ricettive sono al centro dell’attenzione. Solo a settembre 2016 si sono registrate richieste di agevolazioni da parte di 1500 contribuenti per un importo pari a 18 milioni di euro. Tali dati aumenteranno nei prossimi mesi grazie alla nuova manovra fiscale.

Nel dettaglio per le strutture ricettive è previsto un credito d’imposta pari al 30% delle spese sostenute nel periodo tra il 1° gennaio 2014 e il 31 dicembre 2016. La nuova Legge di Bilancio prevede un aumento percentuale passando dal 30 al 65% per la ristrutturazione edilizia, l’eliminazione delle barriere architettoniche, la manutenzione straordinaria, il restauro, il risanamento conservativo e l’incremento dell’efficienza energetica e l’acquisto di mobili e componenti d’arredo destinati esclusivamente agli immobili oggetto degli interventi.

La detrazione fiscale al 65% verrà applicata per spese fino a 200.000 euro e per tutto il periodo d’imposta 2017, con estensione fino al 2018.  La riforma fiscale prevede un’estensione nell’applicazione di tale beneficio non solo agli alberghi, ma anche agli agriturismi. Non da meno il periodo di recupero del bonus: questo infatti non verrà più ripartito in 3 quote annuali, ma in 2, rendendo quindi più veloce il recupero degli importi. Il Governo ha previsto di stanziare risorse pari a 60 milioni di euro per il 2018, 120 milioni di euro per il 2019 e 60 milioni di euro per il 2020.